DALLO STALKING AL CODICE ROSSO: DIECI ANNI DI LOTTA CONTRO LA VIOLENZA DI GENERE - TRAPANI, 5 MARZO 2020 ORE 16:30, SALONE DI RAPPRESENTANZA DELLA PREFETTURA DI TRAPANI.
L’EVENTO E’ ACCREDITATO DAL CONSIGLIO DELL’ORDINE DEGLI AVVOCATI DI TRAPANI CON IL RICONOSCIMENTO DI 2 CREDITI FORMATIVI.


APERTURA SPORTELLO DI ASCOLTO PRESSO L'ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE GESUALDO NOSENGO DI PETROSINO: LINK: http://www.associazionecotulevi.it/sportelli/sportello-petrosino-nosengo



NEWS:
LA PRESIDENTE CO. TU. LE VI. VISITA GLI SPORTELLI DELLA PROVINCIA DI MESSINA:

Anche quest’anno la Presidente CO. TU. LE VI. Aurora Ranno ha fatto visita agli sportelli ubicati nella provincia di Messina; il ciclo di incontri ha avuto inizio ad Acquedolci, dove la Presidente Ranno ha incontrato la Dirigente del locale Istituto Comprensivo, Prof. Germana Lanzafame, la responsabile dello sportello Avv. Maria Letizia Pettineo e la psicologa Marianna Nuccio. Nel corso dell’incontro si è discusso delle diverse attività che la COTULEVI proporrà all’attenzione del Consiglio d’istituto al fine di avviare le azioni dello sportello recentemente aperto al pubblico. Quelli di Acquedolci e San Fratello, infatti, rappresentano i primi sportelli di ascolto ubicati presso un Istituto scolastico ai quali, di recente, si è aggiunto lo sportello ubicato presso l’Istituto “A. Caponnetto” di Tommaso Natale (PA). Nella stessa occasione sono state consegnate ed apposte anche le targhe delle relative sedi scolastiche di Acquedolci e San Fratello. All'incontro hanno preso parte anche l'insegnante Benedetta Artale e la Prof.ssa Giuseppina Martines. Successivamente, la Presidente ha incontrato lo staff dello sportello antiviolenza di Castel di Lucio dove - prendendo atto delle dimissioni ricevute dalla responsabile Graziella Sacco - è stato conferito l'incarico di responsabile all'insegnante Lucia Oieni, già socia CO.TU.LEVI. Durante la riunione sono state presentate le finalità associative, strutturando un interessante e proficuo dibattito con gli intervenuti.  Nella successiva tappa di Santo Stefano di Camastra, presso il Palazzo Armao, si è tenuto - invece - l'incontro con i volontari del Servizio Civile di Mistretta e S. Stefano di Camastra. In particolare, durante la visita, è stato possibile constatare ancora una volta l’ammirevole e costante lavoro svolto dai volontari e dallo stesso staff del Servizio Civile Nazionale. Al tempo stesso, sono state anche analizzate e discusse le proposte progettuali da svolgere nei Comuni di appartenenza. A Pettineo, invece, la Presidente è stata accolta dalle responsabili degli sportelli di Pettineo e Tusa e dal presidente del consiglio comunale Gianfranco Gentile. Anche in questo caso, l’incontro ha rappresentato un’utile occasione per discutere del percorso progettuale da intraprendere presso le scuole con i giovani alunni, nonché delle ulteriori attività proposte ed ancora in fase di programmazione. Nell'ambito del ciclo di incontri, la Presidente ha incontrato Giuseppe Antoci per discutere dell’organizzazione e programmazione dell’evento commemorativo dedicato a Giovanni Falcone e Francesca Morvillo, da presentare a Trapani nel prossimo mese di maggio; presenti all’incontro anche numerosi studenti degli istituti scolastici limitrofi. A Castelbuono, invece, si è proceduto all’incontro con l’assessore Annalisa Cusimano per discutere di un possibile evento da organizzare il prossimo 8 marzo, in occasione della Giornata Internazionale della donna, nonché - anche in questo caso - per programmare le attività da intraprendere presso gli Istituti scolastici del territorio. Successivamente, a Geraci Siculo, presso l’aula consiliare del Comune, si è proceduto ad una seduta generale durante la quale sono stati trattati diversi argomenti a partire dalle linee generali di intervento per l’implementazione delle attività dello sportello e dalla formazione che verrà a breve curata dall’Avvocato Piera Franco; all’incontro hanno partecipato anche i soci e i rappresentanti dell’Amministrazione comunale. Anche a Campofelice di Roccella, al pari degli altri sportelli, è stato possibile constatare la presenza di una forza e un entusiasmo femminile ammirevole ed incoraggiante: in particolare, la responsabile Dott.ssa Ina Taravella, ha creato sul posto una forza di donne attive, punto di riferimento, supporto e sostegno. Degne di attenzione sono poi le numerose iniziative profuse presso gli Istituti di primo e secondo grado, nonché quelle ancora in fase di programmazione aventi ad oggetto le dipendenze che sarà rivolto agli alunni e studenti del territorio. La Presidente Ranno tornerà a Campofelice di Roccella il prossimo 1 Marzo per partecipare all'evento "Codice rosso". “Un percorso di 800 km fatto di tanti volti, entusiasmo, partecipazione ed accoglienza; si conclude - prosegue la Presidente Ranno - un viaggio durante il quale ho potuto constatare una vitalità esemplare ed una volontà ben chiara: quella di fare e di guardare come non mai al futuro. Ringrazio tutti coloro che hanno reso possibile tutto questo: dai volontari e responsabili degli sportelli, alle amministrazioni comunali; dai dirigenti scolastici agli studenti; per non dimenticare, infine, il prezioso supporto dei miei familiari e di mio marito”.


LINK UTILE: 
Campofelice di Roccella ricorda le vittime dell'Olocausto 
http://www.associazionecotulevi.it/sportelli-prov-palermo/campofelice-di-roccella




NEWS:
APERTURA SPORTELLO PRESSO I.C. "A. CAPONNETTO" TOMMASO NATALE (PA) --- 28 GENNAIO 2020
PER MAGGIORI INFO --- NUOVA SEZIONE IN AGGIORNAMENTO:
http://www.associazionecotulevi.it/sportelli-prov-palermo/sportello-presso-ic-a-caponnetto-tommaso-natale-pa

Si è svolto il 28 gennaio 2020 alle ore 10,00, presso l’ I.C. “A. Caponnetto” Tommaso Natale (PA), la cerimonia di apertura dello sportello di ascolto presso il richiamato Istituto scolastico. Quello dell’I.C. “A. Caponnetto” è il secondo sportello di ascolto - in ordine di apertura - ospitato da una struttura scolastica, dopo quello dell’Istituto Comprensivo statale di Acquedolci e San Fratello (ME). A procedere alla
firma del protocollo istituzionale la Presidente CO. TU. LE VI. Aurora Ranno e la Dirigente scolastica Prof.ssa Isabella Iervolino. A presenziare alla cerimonia di apertura la Dott.ssa Raimonda Tomasino (Giudice di sorveglianza presso la Corte d’Appello di Palermo), il consigliere Francesco Bertolino in rappresentanza del Comune di Palermo, le rappresentanze della Polizia di Stato del Commissariato San Lorenzo e della stazione dei Carabinieri di San Filippo Neri, l’insegnante Danila Giardina e Padre Pietro Martorana in rappresentanza delle Istituzioni religiose. In occasione dell’apertura sono state presentate le responsabili e collaboratrici dello sportello, Dott.ssa Giardina Diega, Avv. Stefania Isaia, Dott.ssa Maria Parisi, Dott.ssa Valentina Vegna e l'insegnante Ribaudo Mariagrazia. Il team verrà anche coadiuvato dalle professioniste già operative presso lo sportello di ascolto CO. TU.LE VI. ubicato all’interno del Palazzo di Giustizia di Palermo e quello - di prossima ed attesa apertura - presso i locali della Fiera del Mediterraneo - VIII circoscrizione Palermo e, precisamente, le avvocatesse Marilena Filpi, Claudia Naccari, Paola Martorana, Fulvia Marsala Fanara e le Dott.sse Maria Rita li Chiavi, Melissa Reale, Katia La Rocca Aurora Prestianni e Rosamaria Romeo. In occasione della cerimonia di apertura, numerose e plurime sono state le testimonianze degli intervenuti e le manifestazioni di apprezzamento per l’apertura del nuovo ed importante presidio di legalità sul territorio. Nella fase iniziale della collaborazione è prevista un’apertura mensile individuata nella giornata di mercoledì dalle ore 10:00 alle ore 12:00; gli orari di apertura, comunque, verranno incrementati già dai prossimi mesi.



TRAPANI, 27 GENNAIO 2020: GIORNATA DELLA MEMORIA PRESSO CASERMA 6° REGGIMENTO BERSAGLIERI "L. GIANNETTINO".


News: convegno 

VELLETRI, 29 GENNAIO 2020: “Atti vessatori e persecutori in ambito civile e penale” - CO. TU. LE VI. - EMotivAzione

Di Redazione CORRIERE DEL MADE IN ITALY . Si terrà mercoledì 29 gennaio, dalle ore 15.30 al Tribunale di Velletri – Aula Polifunzionale (Piazzale Giovanni Falcone 1) il convegno “Atti vessatori e persecutori in ambito civile e penale” organizzato dall’Associazione EMotivAzione e patrocinato dal Consiglio regionale del Lazio, in collaborazione con l’università telematica Pegaso, l’Ordine degli avvocati di Velletri, l’UniCESD, l’Associazione TIF (Tradizione Innovazione Forense) e l’Associazione Co.tu.le.vi (Contro Tutte le Violenze). Nel corso dell’evento, verrà presentato il master PEGASO di I Livello in “Violenza interpersonale, bullismo, mobbing e stalking”. Il convegno, moderato dall’avv. Gaetano Parrello, Consigliere Ordine degli avvocati di Velletri, sarà introdotto dal prof. Luigi Iavarone, Presidente associazione EMotivAzione, con i Saluti istituzionali del dr. Mauro Lambertucci, Presidente del Tribunale di Velletri, dell’avv. Lia Simonetti, Presidente Ordine avvocati di Velletri, del dr. Federico Conte, Presidente Ordine psicologi del Lazio, degli onorevoli Francesco Zicchieri e Marco Silvestroni della Camera dei Deputati, dell’on. Giuseppe Emanuele Cangemi, Vice Presidente del Consiglio Regionale del Lazio e dell’avv. Adriano Perica, Direttore Scuola Forense – Ordine avvocati di Velletri. A seguire, gli interventi del dr. Fabio Massimo Gallo, Presidente Vicario Corte di Appello di Roma, della dr.ssa Daniela Iozzi, psicologa e psicoterapeuta, dell’avv. Cristina Spagnolo, avvocato penalista, dell’avv. Alessandro Valerio, avvocato civilista e del prof. Carlo Pisani, Ordinario di diritto del lavoro università di Tor Vergata. La conclusione è affidata al prof. Calogero Di Carlo, Responsabile delle Sedi Nazionali dell’università Telematica Pegaso.“La violenza è fenomeno in continuo e costante aumento, ha spiegato il prof. Luigi Iavarone, Presidente Associazione EMotivAzione e rappresenta solo la punta di un iceberg di un grande sommerso, perché le vittime difficilmente denunciano chi compie questi atti esecrabili di violenza, dal momento che spesso si tratta di persone a loro molto vicine: familiari, parenti, mogli, amici. Il meccanismo di sopraffazione del più forte sul più debole, si presenta in diversi contesti relazionali: all’interno della scuola (bullismo), sul lavoro (mobbing) e anche nella vita quotidiana (stalking, maltrattamenti in famiglia, violenza sessuale). Il nostro compito è analizzare il fenomeno da un punto di vista sociale, giuridico, medico e psicologico, ma soprattutto, prevenirlo, attraverso un nuovo approccio culturale. L’istituzione di un master sui fenomeni di “violenza di genere” consente appunto di creare competenze sempre più aggiornate e specifiche, volte a contrastare tali fenomeni, anche nella loro matrice tecnologica”. L’esigenza di conoscere e far conoscere la gravità del fenomeno, le sue molte connotazioni per rendere sempre più cosciente l’intera collettività è l’obiettivo che si prefigge l’odierno convegno, nella ferma convinzione che, soprattutto attraverso un’operazione culturale, educativa e formativa, vale a dire attraverso la volontà di un cambiamento di mentalità, è possibile la costruzione di vere, profonde e durature relazioni paritarie. A tal proposito conclude il Presidente Iavarone – il messaggio principale che vogliamo far passare, per porre finalmente argine a questi fenomeni oppressivi e vessatori, è un’efficace ed efficiente azione di educazione preventiva, capace di generare fiducia nella possibilità di un’evoluzione positiva e ricca di sé. Il percorso educativo si sostanzia essenzialmente nel fare ricorso a tre semplici ma fondamentali concetti che rappresentano i veri strumenti di fattiva prevenzione: la Comunicazione emotiva, l’Informazione e la Formazione, e che sin dalla costituzione sono alla base della nostra Associazione. EMotivAzione nasce infatti con lo scopo di promuovere studi, progetti di ricerca e analisi psico-sociali, ad alto contenuto tecnologico ed innovativo, per offrire una formazione scientifica, tecnica e professionale all’altezza dei continui mutamenti della società moderna. La comunicazione pertanto rappresenta il nostro “cuore”: Rendere partecipi gli altri del nostro pensiero, delle nostre Emozioni e Motivazioni, (da qui la parola EMotivAzione, ovvero l’Emozione che Motiva all’Azione) è un principio che abbiamo adottato come valore guida, per la costruzione di una comunità di dialogo intorno a un obiettivo comune, che abbia a oggetto la difesa della persona nelle sue dimensioni: sociale, giuridica ed economica”. L’Associazione EMotivAzione, (www. associazionemotivazione.it) fondata e presieduta dal professore Luigi Iavarone, si fonda innanzitutto sui valori universali dell’Uomo, per cui i diritti umani, la solidarietà, la tutela e il rispetto per la dignità della persona, le pari opportunità e il riconoscimento del merito, sono i principi fondamentali che ne guidano l’azione. La Mission è di accrescere il patrimonio culturale integrando ricerca, cultura e formazione, al fine di fornire un efficace strumento volto allo sviluppo delle dinamiche scientifiche, istituzionali, sociali e del rapporto uomo – ambiente.





Nell'ambito del progetto “Trapani è DONNA” l’Associazione Co.Tu.le Vi. è lieta di invitarvi al Concerto NATALE IN ROSA - Trapani, CHIESA DI SANT'AGOSTINO - 21 dicembre 2019 ore 18:00. 

Si è concluso in data 21 dicembre u.s. il ciclo di eventi “Trapani è DONNA” nell’ambito del quale l’Associazione Co.Tu.le Vi., con il patrocinio dell’Amministrazione comunale di Trapani, ha promosso una corposa e variegata rassegna di manifestazioni aventi quale tematica principale la valorizzazione ed il riconoscimento del contributo femminile nel mondo della musica, delle arti e della società in genere.
La rete Co.Tu.le Vi., impegnata dal 2012 nella lotta ad ogni forma di violenza e discriminazione, ha rappresento in questi anni un punto di riferimento costante per la società civile, ponendo in essere numerose azioni volte a sensibilizzare l’opinione pubblica sulle tematiche dei diritti umani e della legalità, sia in ambito scolastico che in seno alle diverse realtà sociali del territorio.
In particolare, in data odierna è stato presentato al pubblico il Concerto “NATALE IN ROSA” che ha avuto luogo presso la suggestiva cornice della Chiesa di Sant’Agostino, grazie alla preziosa e generosa collaborazione della banda musicale "Città di Trapani", dei volontari del Servizio Civile e del piccolo coro dell'Istituto Comprensivo "Giuseppe Montalto" di Marausa. Il concerto, diretto dal Maestro Alessandro Carpitella, ha registrato un grande successo in termini di pubblico: sala gremita e cittadini entusiasmati dall’esecuzione di numerose e celebri composizioni introdotte dalla musicista Micaela Galuppo e dalla baby sindaca di Trapani Aurora Daidone.
Presenti alla manifestazione, tra gli altri, anche il sindaco di Trapani Giacomo Tranchida, la consigliera Vita Anna Maria Ranno in rappresentanza dell’Amministrazione comunale di Paceco ed il dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo "Giuseppe Montalto" di Marausa, Prof.ssa Maria Letizia Natalia Gentile.
Per l’Associazione Co.Tu.le Vi. si chiude un anno ricco di attività e di gratificazioni in termini di azioni sociali profuse nel territorio; per questo motivo risulta doveroso ringraziare tutti coloro che con il loro generoso e sincero contributo hanno reso possibile la realizzazione di quanto finora compiuto nel corso degli ultimi mesi: dalle amministrazioni comunali e locali, allo staff di volontari e collaboratori, dai tanti soci sostenitori, dalle Istituzioni scolastiche ed universitarie, fino al sincero e costante sostegno delle Forze dell’Ordine. La Co.Tu.le Vi., pertanto, nella speranza di un futuro più solidale e di un mondo sempre più attento alle prioritarie tematiche dei diritti umani, del rispetto e della legalità augura un sereno Natale ed un felice anno nuovo.


TRAPANI, ERICE, PACECO, CUSTONACI (TP) 
24 - 25 novembre 2019:  le manifestazioni dell'Associazione CO. TU. LE VI. in occasione della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza sulle donne presso i Comuni di Trapani, Erice, Paceco e Custonaci. 

In occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne l’associazione per i Diritti Umani CO. TU. LE VI. ha organizzato un ciclo di manifestazioni nell’ambito degli eventi “Trapani è Donna”, patrocinati dall’Amministrazione Comunale di Trapani. In particolare, ieri mattina si sono tenute le prime iniziative presso la piazzetta di Nubia, dove è stato presentato un manufatto raffigurante un uomo inginocchiato nell’atto di chiedere perdono a tutte le donne vittime di mano carnefice; l’opera, realizzata dalla Ditta Art Metal Poma di Paolo e Luca Poma e disegnata dalla Dott.ssa Annarita Loria, è stata collocata nelle immediate vicinanze della panchina rossa posta in memoria di Anna Manuguerra e di tutte le vittime di femminicidio. Lo spirito dell’opera, pertanto, mira anche a focalizzare l’attenzione sulla volontà di numerosi uomini di redimersi e di contribuire ad un cambiamento sociale necessario, quanto possibile. A collaborare alla manifestazione anche le Associazioni Quattro Rocce, Carlo Scaduto, F.I.D.A.P.A, Teatro e Tradizioni popolari, Musica Ambiente, con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale di Paceco. Sempre ieri, alle ore 12 ed alle 19, sono state presentate le stesse opere a Custonaci, in piazza Municipio ed in via Manzoni, nel territorio di Casa Santa Erice. In entrambi i casi le opere sono state installate in corrispondenza delle panchine rosse già presenti, sempre con il patrocinio delle amministrazioni comunali di riferimento. A Custonaci, inoltre, l’evento è stato realizzato con la collaborazione del Centro Studi Dino Grammatico, in ricordo di Uwadia Bose vittima di femminicidio. Questa mattina invece, nell’aula magna del Polo universitario, alla presenza degli studenti degli Istituti “Fardella – Ximenes”, “Da Vinci – Marino Torre”, “S. Calvino – B. Amico”, “Sciascia – Bufalino”, “I. e V. Florio”, “R. Salvo – M. Buonarroti”, “L. Bassi – S. Catalano”, “C. Montalto” e “G. Pagoto” è stato presentato il progetto “Social Media Addiction – metti un freno alla tua vita online” al fine di una maggiore sensibilizzazione e consapevolezza circa gli usi della rete e le insidie e gli abusi che spesso generano vere e proprie forme di violenza e di dipendenza. Ad intervenire alla manifestazione Aurora Ranno, Presidente CO. TU. LE VI., la Dott.ssa Rita Caracuzzo - Esperto giuridico del Ministero degli Esteri, la Dott.ssa Anna Trinchillo - Sostituto Procuratore della Procura di Catania, il Dott. Franco Belvisi - Sostituto Procuratore della Procura di Trapani, la Dott.ssa Alessandra Stringi - Psicologa clinica e psicoanalista di gruppo, la Dott.ssa Cristiana Macchiusi - Ispettore Generale presso il Ministero della Giustizia e la Dott.ssa Melita Cavallo, già Giudice del Tribunale dei Minori di Roma.  Nel corso del medesimo evento, inoltre, la Dott.ssa Cavallo ha presentato il testo di recente pubblicazione, edito da Mursìa Milano, Solo perché donna. Dal delitto d’onore al femminicidio”. Sempre in occasione della medesima manifestazione, sono state esposte quattro opere d’arte tematiche realizzate dall’artista Rosaria La RosaInfine, presso i giardini della “Villa Margherita” di Trapani è stato scoperto l’ultimo dei quattro manufatti raffiguranti l’uomo inginocchiato collocato presso la panchina rossa già inaugurata il 24 novembre 2018 dalla stessa Associazione CO. TU. LE VI. in ricordo di Maria Anastasi.   Quest’anno – ha dichiarato la presidente della Cotulevi Aurora Ranno – abbiamo voluto organizzare qualcosa di diverso; in particolare abbiamo voluto lanciare un segnale forte, pregnante, fatto di storie, testimonianze e simboli: dai quattro manufatti raffiguranti l’uomo inginocchiato nell’atto di chiedere perdono, alle testimonianze professionali di uomini e donne qualificati che hanno reso un grande servizio alla giustizia e alla tutela dei più deboli, fino ad arrivare alle nuove forme di violenza e di dipendenza come la questione della Social Meda Addiction. Grazie alla collaborazione di tutto lo staff di volontari della CO. TU. LE VI., del prezioso lavoro svolto dalle ragazze e dai ragazzi del Servizio Civile Nazionale e della sensibilità delll’Arma dei Carabinieri, dell’Esercito, della Prefettura, dei Comandi di Polizia Municipale, dei Comuni di Trapani, Erice, Paceco e Custonaci, nonché dei Gruppi di volontariato Vincenziano, AVULSS, CESVOP, Life and Life - Progetto AMORU’ e alle Misericordie Trapani, abbiamo voluto donare alle nostre città e ai nostri giovani un momento serio di riflessione e formazione, nella prospettiva di un futuro migliore”.


EVENTI CASTELBUONO (PA):  http://www.associazionecotulevi.it/sportelli-prov-palermo/castelbuono

EVENTI CAMPOFELICE DI ROCCELLA (PA): http://www.associazionecotulevi.it/sportelli-prov-palermo/campofelice-di-roccella

EVENTI SALEMI (TP):  http://www.associazionecotulevi.it/sportelli/salemi

EVENTI GANGI (PA):  http://www.associazionecotulevi.it/sportelli-prov-palermo/gangi

EVENTI TUSA (ME):  http://www.associazionecotulevi.it/sportelli-prov-messina/tusa

EVENTI CAMPOBELLO DI MAZARA (TP):  http://www.associazionecotulevi.it/sportelli/campobello-di-mazara

EVENTI ALCAMO (TP):  http://www.associazionecotulevi.it/sportelli/alcamo

EVENTI ENNA (EN):  http://www.associazionecotulevi.it/sportelli-provincia-enna/index
EVENTI PETROSINO (TP):  http://www.associazionecotulevi.it/sportelli/petrosino



22 novembre 2019: la CO. TU. LE VI. presso l’I.C.S. “Antonino Caponnetto” di Tommaso Natale (PA).

Oggi, 22 novembre 2019, presso l’I.C.S. “Antonino Caponnetto” di Tommaso Natale (PA) si è tenuto un incontro formativo rivolto agli alunni in occasione dell’imminente Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le Donne, al fine di trasmettere ai giovani discenti validi strumenti di vita per una sana convivenza sociale ed un futuro di pace e solidarietà. Per questo motivo, al fine di fornire un valido contributo all’iniziativa, è stata invitata a partecipare la Presidente dell’Associazione per i Diritti umani Co. Tu Le. Vi. Aurora Ranno: l’Associazione, infatti, dal 2012 opera sul fronte del contrasto alle violenze di genere attraverso una rete di 41 sportelli di ascolto dislocati nell’intero territorio regionale. L’incontro, fortemente voluto dalla Dirigente scolastica Isabella Iervolino e dalle docenti Rina Giacalone, Patrizia Basile, Maria Teresa Inzerillo, Danila Giardina, Stefania Pizzardi, Chiara Peria, Rita Filippone, Mariella Ribaudo, Patrizia Spampinato, Gallo Antonella e Colonna Romano Laura, ha permesso ai giovani studenti di conoscere e relazionarsi con una problematica sociale complessa quanto diffusa.
Per Aurora Ranno «gli alunni e il personale scolastico hanno mostrato grande interesse e lungimiranza nell’affrontare la problematica; possiamo senza dubbio parlare di una vera e propria “scuola del fare”, fortemente impegnata nel fornire ai propri alunni gli strumenti e le basi necessarie per la formazione dei cittadini di domani, nel nome della legalità e del rispetto».


Palermo, 5 novembre 2019- lo stalking: conoscilo, nominalo, fermalo.

Si è svolto a Palermo presso l’Aula Magna della ex Facoltà di Giurisprudenza il seminario organizzato dalle Associazioni universitarie “Intesa Donne” ed “Intesa Giurisprudenza” vertente sulla tematica dello stalking e sulle dinamiche collegate a tale dilagante fenomeno. L’iniziativa, realizzata nell’ambito del Progetto dell’Università degli Studi di Palermo per la promozione delle attività culturali e sociali degli studenti, ha registrato gli interventi della Prof.ssa Giuseppa Palmeri e della Presidente CO. TU. LE VI. Aurora Ranno. Presenti all’evento anche Clarissa La Bella e Gaspare Valenti in rappresentanza delle Associazioni organizzatrici dell’evento, nonché gli studenti della Facoltà di Giurisprudenza dell’Ateneo. Per la Presidente CO. TU. LE VI. «la piaga dello stalking risulta ancora dilagante nonostante gli importanti sforzi posti in essere negli ultimi anni dalle Istituzioni, dai Centri Antiviolenza e da tutti i soggetti competenti e qualificati a prevenire ed arginare le ostili conseguenze del fenomeno, motivo per cui non risulta in alcun modo giustificabile un abbassamento della guardia”. Dal punto di vista giuridico, inoltre, la Prof.ssa Palmeri ha focalizzato l’attenzione sugli importanti interventi profusi dal legislatore in tale direzione, senza trascurare l’importanza di un implemento delle riforme a sostegno di tutte le donne vittime di violenza e di mano carnefice. I relatori, pertanto, hanno convenuto sull’importanza di una strategica e costante azione di formazione ai fini di una migliore e persuasiva campagna di sensibilizzazione sociale, a partire dai più giovani. La manifestazione si è poi conclusa con la proiezione del documentario di Elisabetta Francia “Parlo con Lui” avente ad oggetto le dinamiche della violenza di genere.


10 OTTOBRE 2019, POLO UNIVERSITARIO DI TRAPANI: "OFFLINE, LA VITA NON E' UN VIDEOGIOCO!"

Si è svolto in data odierna, 10 ottobre 2019, presso l’Aula Magna del Polo Universitario di Trapani l’evento “Offline, la vita non è un videogioco”, organizzato dall’Associazione CO. TU. LE VI. in collaborazione con l’Università degli Studi di Palermo.
L’incontro, esteso agli Istituti scolastici, ha rappresentato l’inizio del progetto sociale annuale proposto dalla CO. TU. LE VI. agli studenti e alle realtà scolastiche cittadine denominato “Social media addiction metti un freno alla tua vita online” e preordinato a fornire agli stessi studenti utili strumenti e spunti di riflessione in ordine alle nuove dipendenze della società odierna e, in particolare, alle forme di dipendenza vertenti l’esasperato uso della rete e le preoccupanti conseguenze sociali che questo spesso determina.
L’evento si è strutturato, principalmente, nei pregevoli interventi del Dott. Biagio Sciortino, Psicologo e Presidente Nazionale della comunità terapeutica “Casa dei Giovani”, della Dott.ssa Chiara Lombardo, Criminologa e della Dott.ssa Margherita Ficara, Psicologa e Specializzanda in psicoterapia. Per la Presidente CO. TU. LE VI. Aurora Ranno “questo momento di incontro ha fornito agli studenti intervenuti strumenti sufficienti per avviare, nel corso dell’anno scolastico ed in collaborazione con il personale docente sempre più qualificato e sensibile a progetti di crescita e di studio come quello odierno, una riflessione ed un discernimento serio su quelle che definiamo oggi forme nuove ed altamente insidiose di dipendenza”. Il progetto “Social media addiction metti un freno alla tua vita online”, come già illustrato nel corso di precedenti occasioni, verrà ufficialmente presentato al pubblico il prossimo 25 novembre, alla presenza delle Autorità competenti e di esponenti delle Forze dell’Ordine e della Magistratura, opportunamente coinvolti nell’iniziativa.
In particolare, nel corso degli interventi sono stati affrontati gli elementi e le dinamiche che fanno dell’uso distorto delle moderne tecnologie nuove e peculiari forme di dipendenza (new addiction) basate non tanto sul consumo o utilizzo di particolari sostanze quanto, al contrario, su comportamenti ed abitudini lesive della libertà dell’individuo, della sua sicurezza e finanche dei suoi bisogni ed esigenze primarie. Dunque, si giunge al bisogno irrefrenabile di mettere in atto un comportamento o un’abitudine, fino alla perdita della cognizione del tempo e dello spazio: si parla in questo caso di Sleep texting, nomofobia, vamping, patologie tanto nuove quanto diffuse in una generazione di giovani iperconnessi. Patologie e squilibri che - nei casi più estremi - non possono non determinare, pertanto, disagi fisici e mentali.
Ciò che più incide in queste dinamiche – ricorda la Dott.ssa Lombardo - non è tanto la contrapposizione tra realtà materiale e realtà virtuale, quanto – piuttosto – la sovrapposizione di queste due differenti realtà, la quale risulta foriera di conseguenze altamente lesive in termini di relazione con l’altro e con il contesto circostante. Il tutto, fino a tradursi in un sistema di alienazione collettiva che distoglie lo sguardo da ciò che ci si trova davanti, pur di focalizzare le attenzioni su display e schermi che costringono ognuno di noi a chinare il capo. Le dipendenze comportamentali, per questo motivo, risultano altrettanto gravi ed insidiose, al pari di quelle identificate finora come tradizionali.
“Spesso - ha ricordato il Dott. Sciortino - consumiamo le nostre fobie dentro fredde stanze virtuali; ogni mattina mettiamo una maschera per interpretare una persona diversa e così quello che voglio essere ed il come voglio apparire si antepone a quello che sono”. Tale stato di cose, pertanto, non può che pregiudicare lo spirito di relazione; in questo modo, le dipendenze comportamentali posso risultare finanche anticamera di quelle tradizionali, poiché alimentano nel soggetto la tendenza a diventare sempre più influenzabile, suggestionabile e manovrabile. Il messaggio, dunque, è chiaro e al tempo stesso preoccupante: “viviamo in una società nella quale alteriamo quello che siamo e lo nascondiamo; le dipendenze non sono altro che un pericoloso vortice che ostacola la partita vera delle relazioni umane”.
Per la Dott.ssa Ficara, la cattiva gestione di queste forme di dipendenza (le quali – al pari di quelle tradizionali – sono determinate dalla ricerca spasmodica di logiche adrenaliniche) può certamente sfociare anche in atteggiamenti e azioni lesive della propria personalità e sicurezza, nonché in azioni deplorevoli e penalmente rilevanti: furto di denaro, furto di identità, sottrazione e diffusione di materiali sensibili.
Per questo motivo, al pari di qualunque fattispecie di dipendenza, occorre far fronte ai fattori di rischio più diffusi quali i fattori genetici, ambientali e le varie forme di sensations seekers (la ricerca di sensazioni forti e di adrenalina come contrasto alla noia e alla monotonia), incentivando lo sviluppo dei c.d. fattori di protezione: la resilienza come compromesso tra individuo ed ambiente, la capacità di adattamento, il saper costruire buoni rapporti e relazioni sane, la capacità di lavorare sulla propria autostima e di avere buoni e sani punti di riferimento. Concludendo, risulta sì importante accettare, utilizzare e conoscere le nuove tecnologie, purché ciò non faccia scemare l’importanza di rimanere delle menti pensanti, senza temere inoltre le fisiologiche e naturali fragilità umane che troppo spesso, al giorno d’oggi, tendiamo a nascondere ed alterare; al contrario, queste risultano essere la vera forza dell’uomo e l’elemento fondamentale della vita: scolleghiamoci, dunque, quando serve ed attiviamo la nostra mente!

Comunicato stampa evento COTULEVI 10 ottobre 2019.pdf

26 - 27 settembre 2019: la Presidente “CO. TU. LE VI.” Aurora Ranno incontra i volontari degli sportelli “Diana” della Provincia di Messina.

prev next

Si è concluso il percorso di visite ed ispezioni effettuate dalla Presidente dell’Associazione per i Diritti Umani “CO. TU. LE VI.” Aurora Ranno presso gli sportelli della Provincia di Messina. In particolare, la serie di incontri è stata avviata in data 26 settembre u.s. con l’incontro dei volontari del Servizio Civile Nazionale delle sede di Mistretta, alla presenza della responsabile di sportello Avv. Orietta Lutri e della segretaria – OLP del Servizio Civile Nazionale Rita Lutri. Di seguito, la partecipazione al Consiglio presso la sede di Santo Stefano di Camastra, per poi incontrare – a chiusura dei lavori – Giuseppe Antoci, ex Presidente del Parco dei Nebrodi, al fine di concordare e sviluppare le linee direttive dell’evento “Marcia della Pace” programmato per il prossimo 24 maggio 2020 a Trapani in ricordo di Giovanni Falcone. Successivamente, la visita si è spostata presso lo sportello di Castel di Lucio, alla presenza dell’Assessore con delega alle politiche sociali Antonio Di Francesca e della Consigliera comunale Graziella Sacco, del responsabile dello sportello e dei soci. L’incontro ha, poi, rappresentato la giusta occasione per discutere del progetto sociale “Amici veri e amici social: sai riconoscere le differenze”. Inoltre, dopo aver discusso su come portare avanti le varie attività nel contesto della locale realtà cittadina, sono state raggiunte lusinghiere premesse per le attività future. Continuando il percorso di visite, la Presidente Aurora Ranno ha incontrato la responsabile dello sportello “Diana” di Pettineo, Dott.ssa Mariaoliva Lipari, instaurando anche in questo caso un costruttivo confronto circa l’inizio del sopramenzionato progetto“Amici veri e amici social: sai riconoscere le differenze” da sviluppare presso le scuole del territorio e di altre iniziative locali. Il giorno seguente, 27 settembre, a Gangi, si è svolto l’incontro-ispezione avente ad oggetto l’organizzazione di una giornata dedicata all'evento “Vivere Assisi” durante il quale i volontari impegnati potrebbero strutturare delle azioni e dei programmi finalizzati alla sensibilizzazione pubblica circa i temi della legalità; presente all’incontro, l’Avv. Mariapiera Franco, punto di riferimento del comitato organizzativo. Successivamente, è stato firmato un Protocollo d’intesa con il sindaco di Geraci Siculo Luigi Iuppa per l’apertura del secondo sportello “Diana” della città (il n. 41 su scala regionale) che opererà in regime di complementarietà con il primo e già avviato sportello strutturato sul precedente Protocollo firmato con Francesca Lo Cicero, Pres. Coopetativa Sociale “S.Antonio”. Nel corso del ciclo di visite, poi, l’Associazione CO. TU. LE VI. ha registrato l’ingresso di una nuova socia, l’assistente sociale Monica Bannò di Castelbuono, la quale aderisce alle iniziative sociali al fine di una proficua collaborazione con la realtà associativa già esistente nel territorio; presente, al tempo stesso, la socia Avv. Marianna Venturella. La “due giorni” si conclude, infatti, proprio con il consiglio direttivo presso lo sportello di Castelbuono, durante il quale si è discusso delle attività finora intraprese e della programmazione futura, alla presenza anche di Lia Romè, Presidente dell’Associazione Sant’Anna Onlus. “Anche questa volta – dichiara la Presidente Ranno – il ciclo di incontri ha offerto spunti e riflessioni su quanto fatto finora e su quello che la grande rete della CO. TU. LE VI. si propone di fare nell’immediato futuro. Complimenti a tutti i volontari per il prezioso lavoro svolto; incontrare loro ha fornito ancora una volta la forza e la fiducia per continuare a crescere, insieme ed uniti”.


L'ASSOCIAZIONE CO. TU. LE VI. ED IL TRIBUNALE DI PALERMO FIRMANO IL CONTRATTO DI IMPEGNO E RESPONSABILITÀ IN MATERIA DI SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE   

E' stato firmato questa mattina a Palermo il Contratto di impegno e responsabilità in materia di Servizio Civile Universale tra il Tribunale di Palermo e l'Associazione per i Diritti Umani Contro Tutte le Violenze "CO. TU. LE VI.".  Presenti all'incontro il Presidente del Tribunale Dott. Salvatore Di Vitale, le Dott.sse Augello, Schillaci e Spatafora dell'area amministrativa e la Presidente  CO. TU. LE VI Aurora Ranno. La firma del contratto consente, dunque, alle due realtà di collaborare nell'ambito del progetto nazionale relativo al Servizio Civile Universale 2020 - 2021 del Dipartimento delle Politiche giovanili e del Servizio Civile Universale presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Un'opportunità per le Amministrazioni Pubbliche e, soprattutto, per i giovani volontari che, maturando ed affinando le loro competenze, possono affrontare un percorso di crescita personale e professionale rendendo al contempo un importante contributo alla collettività.  Per la Presidente  CO. TU. LE VI. Aurora Ranno "la collaborazione con le Istituzioni non può che valorizzare le finalità di fondo delle azioni della  CO. TU. LE VI. e dello stesso Servizio Civile Universale; solo avvicinando i giovani alle Istituzioni possiamo creare le premesse per un futuro migliore ed un Paese più unito nel nome della legalità e del rispetto". 
 
 

25 SETTEMBRE 2019: PRESENTAZIONE DEL LIBRO LA GIUNGLA DELLE ANIME - AULA CONSILIARE COMUNE DI TRAPANI


L'evento, organizzato dall'Associazione CO. TU. LE VI. nell'ambito del Programma di eventi "Trapani è donna", registrerà gli interventi del Sindaco di Trapani Giacomo Tranchida, dell'Assessore Andreana Patti, della Presidente CO. TU. LE VI. Aurora Ranno e della Dott.ssa Alessandra Stringi (Psicologa clinica e Psicoanalista di gruppo). Nel corso della manifestazione, inoltre, verrà presentato il libro della psicologa Nadia Giannoni "La giungla delle Anime". Nadia Giannoni, da anni, gestisce uno sportello di Counseling Psicologico per il personale che opera nel carcere romano di Regina Coeli. L'evento si terrà presso l'Aula Consiliare del Comune di Trapani in data 25 settembre ore 9:00 e vedrà anche la partecipazione dell'autrice.

Comunicato stampa 58_2019.pdf

19 SETTEMBRE 2019: DONNE LAVORO E SOCIETÀ

DIBATTITO PUBBLICO SULLE CONDIZIONI DELLA DONNA NEL MERCATO DEL LAVORO ITALIANO. 

COMUNICATO STAMPA 19 SETTEMBRE 2019 PROT 56_2019.pdf

Si terrà a Trapani, presso la sala conferenze "Fulvio Sodano " di Palazzo D'Alì , l’incontro organizzato dall’Associazione per i Diritti Umani CO. TU. LE VI. in collaborazione con CGIL, CISL e UIL incentrato sul tema “D onne, lavoro e società ”. L’evento, che si svolgerà il prossimo 19 settembre alle ore 9:00, rientra nel ciclo di manifestazioni denominato “Trapani è donna”, patrocinato dall’Amministrazione Comunale di Trapani e finalizzato a promuovere la figura ed il contributo della donna nei molteplici e variegati aspetti della società civile. Prenderanno parte alla manifestazione, oltre al sindaco Giacomo Tranchida e all’assessore Andreana Patti, anche le rappresentanze delle sigle sindacali sopraindicate: Antonella Granello - segretaria provinciale CGIL Trapani, Delia Altavilla – responsabile coordinamento donne CISL Palermo – Trapani ed Antonella Parisi – responsabile pari opportunità UIL Trapani. L’incontro registrerà, inoltre, la pregevole partecipazione della giornalista Ornella Fulco e della psicologa Margherita Ficara. Nel corso degli interventi si discuterà di pari opportunità, di proposte per una contrattazione più equa e delle diseguaglianze di genere ancora oggi registrate nel mercato del lavoro italiano. Prevista, infine, la partecipazione delle rappresentanze delle classi quarte e quinte degli Istituti scolastici superiori della città e la collaborazione dei volontari del Servizio Civile Nazionale della CO. TU. LE VI. Per la Presidente CO. TU. LE VI. Aurora Ranno “ incentivare il dibattito pubblico sulle differenze di genere nel mondo del lavoro non è mai ripetitivo: allo stato attuale – prosegue la Ranno – c’è ancora molta strada da fare in termini legislativi, sociali e, prima ancora, culturali. Il nostro obiettivo è dunque quello di sensibilizzare l’opinione pubblica e le Istituzioni competenti, prendendo atto di quanto costruito finora e creando solide basi per un dibattito serio e strutturato che riguardi il futuro. In questi termini, non si può che rivolgere un sentito ringraziamento soprattutto alle sigle sindacali, quali interlocutori fondamentali e qualificati del dibattito”.

APERTURA SPORTELLO "CO. TU. LE VI." PRESSO AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE (A.S.P.) ENNA

In data 26 agosto 2019, l’ Associazione per i Diritti Umani Contro Tutte Le Violenze «Co. Tu. Le Vi.» ha siglato con l’Azienda Sanitaria Provinciale di Enna un Protocollo istituzionale finalizzato all’apertura e alla gestione di uno sportello antiviolenza e di ascolto presso la cittadina ennese. Il Protocollo, firmato dalla Presidente Co. Tu. Le Vi. Aurora Ranno e dal Direttore Generale dell’ A.S.P. di Enna, Dott. Francesco Iudica, rappresenta l’esito di una sinergica e proficua collaborazione intercorsa tra l’Associazione Co. Tu. Le Vi. e gli uffici legali della medesima Azienda Sanitaria, nonché con la locale Procura della Repubblica, nella persona del Procuratore Dott. Massimo Palmeri. Presenti all’incontro anche il Direttore Sanitario Dott. Emanuele Cassarà, la responsabile del Dipartimento Materno Infantile Dott.ssa Loredana Disimone, la Responsabile U.O.C. Servizio Legale ASP di Enna Avv. Maria Elena Argento e i volontari del Servizio Civile Nazionale Dott.ssa Serena Savona e Dott. Marco Amato. Nel corso del medesimo incontro, inoltre, si è proceduto alla nomina dell’Avv. Eleanna Parasiliti Molica quale responsabile del costituendo sportello di ascolto. Sulla base di quanto formalizzato, in data 10 settembre 2019 – ore 11:00, presso l’Auditorium “Falcone e Borsellino” del Palazzo di Giustizia di Enna, si procederà alla cerimonia di inaugurazione del centro, alla presenza del Presidente del Tribunale Dott. Cesare Zucchetto, del Procuratore della Repubblica Dott. Massimo Palmeri, del Prefetto di Enna Dott.ssa Giuseppa Scaduto e del già Consigliere della Corte Suprema di Cassazione Dott. Renato Grillo, oltre che del Direttore Generale dell’A.S.P. di Enna, della Presidente Co. Tu. Le Vi., del Responsabile Avvocatura U.O.C. e del Responsabile di sportello, così come sopra citati. L’apertura dello sportello ennese rappresenta, senza dubbio, un ulteriore passo in avanti per l’Associazione nell’ambito del territorio regionale, specie se si considera che alla medesima apertura si aggiungerà a breve (settembre p.v.) quella del quarantunesimo sportello presso la città di Palermo (ubicato in zona Fiera del Mediterraneo - VIII Circoscrizione che affiancherà, in regime di complementarietà, lo sportello già operante presso il Palazzo di Giustizia). Le attività di ascolto e di supporto in favore delle vittime di violenza sono state con successo avviate già dal 2008 nella città di Trapani con l’apertura dello Sportello antiviolenza “Diana” sito presso i locali del Palazzo di Giustizia, per poi confluire nell’ambito delle attività dell’Associazione CO. TU. LE VI., costituitasi nel novembre 2012 quale naturale evoluzione del richiamato sportello capofila. Da quel momento, si è registrata la progressiva creazione di una rete di sportelli regionali strutturati nell’ambito di una capillare rete disposta tra le provincie di Trapani, Palermo, Agrigento e Messina.  Per la Presidente Co. Tu. Le Vi. Aurora Ranno «grazie alla lodevole iniziativa del Procuratore Palmeri e della cortese intermediazione dell’Avvocato Parasiliti Molica con gli Uffici Legali dell’A.S.P. di Enna, sono state create le necessarie condizioni operative e logistiche per l’apertura dello sportello n. 40 e per la copertura della quinta provincia siciliana. Non si può, pertanto, che inoltrare sinceri ringraziamenti a chi ha permesso, nell’ambito delle proprie funzioni e competenze, l’avvio di un importante percorso di sostegno anche presso il territorio di Enna». Inoltre, l’Associazione CO. TU. LE VI., oltre ad essere inserita nell’ambito del sistema nazionale di emergenza e protezione raggiungibile al numero 1522 impegna, ad oggi, cinquanta volontari del Servizio Civile Nazionale, adeguatamente qualificati, in collaborazione con il Dipartimento delle Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri.

1 AGOSTO 2019: APERTURA SPORTELLO CO. TU. LE VI. DI SALEMI (TP) - CENTRO DI ASCOLTO N. 39

“E’ da considerarsi senza alcun precedente l’evento verificatosi la scorsa settimana. Abbiamo registrato un numero di denunce notevole; denunce dal contenuto diversificato riconducibili a donne anche di diversa nazionalità che si sono recate presso il nostro sportello per chiedere aiuto sulla situazione personale che le affliggeva. Diversi tra di loro le problematiche esposte, alcune sicuramente passate al vaglio della procura altre in fase di studio”. Queste le parole di stupore della nostra presidente Aurora Ranno che si investe ormai da tempo in tale fronte con la collaborazione ad oggi dei Volontari del Servizio Civile nazionale che hanno svolto un ruolo essenziale. Come appunto dalla stessa dichiarato, nella settimana scorsa, diverse sono state le donne che si sono recate presso il nostro sportello per una richiesta di aiuto. Questo elemento sicuramente ci gratifica ma ci fa anche riflettere, perché se da una parte è sicuramente proficuo che ci siano molti più utenti a denunciare, dall’altra questa cosa non ci rende assolutamente felice perché ci fa render conto delle diversissime e molteplici forme di violenza che ancora attanagliano la società. A tal riguardo è doveroso ricordare che da anni infatti la CO.TU.LEVI., sin dal 2008, con l’apertura del primo sportelo antiviolenza Diana all’interno del Tribunale di Trapani, si è sempre rivolta ad ogni genere di violenza avvalendosi della collaborazione di psicologi, avvocati, medici, assistenti sociali e mediatori familiari disponibili a fornire volontariamente consulenza e supporto, garantendo massima professionalità e riservatezza. Negli anni ovviamente il numero di Sportelli presenti in Sicilia è aumentato notevolmente creando una rete che abbraccia 4 Province con una sempre attiva collaborazione delle Procure e dei i magistrati del luogo. Questa vanta infatti, ad oggi, l’apertura di 38 sportelli in tutta la Sicilia. Il 39esimo sportello verrà aperto nella giornata dell’1 Agosto 2019 presso il comune di Salemi. Ed ancora lo scopo dell'Associazione è svolgere la propria attività di volontariato nell'ambito del territorio della regione siciliana in favore di persone e famiglie, italiane e non, a rischio di emarginazione/esclusione sociale a causa di svantaggio economico, sociale e/o culturale, nonché a causa di sopraffazioni, violenza e/o trattamenti coercitivi. Quest’anno, la stessa, si è arricchita ed ha incrementato la sua impronta sul territorio grazie all’attivazione del servizio Civile nazionale con ragazzi scelti appositamente da uno staff qualificato. Quest’ultimi sono giovani laureati in scienze giuridiche, in psicologia, in architettura, in assistenza sociale, che sicuramente, fino ad oggi, hanno contribuito ad elargire le proprie competenze per applicare maggiormente le attività già in precedenza svolte dall’associazione CO.TU.LEVI. che perseguono le finalità di solidarietà civile, morale, culturale e sociale. Ed ancora pare doveroso rassegnare che nello specifico ogni anno, l’associazione CO.TU.LEVI. si rivolgere anche a tutti gli Istituti di ogni ordine e grado con dei Progetti finalizzati a sensibilizzare i giovani su determinate tematiche. Diversi, infatti, sono stati negli anni i progetti attivati che appunto ci hanno contraddistinto, ad esempio con il progetto denominato “Insieme scegliamo la Pace” in cui la CO.TU.LEVI. si è prefissata l’intento di educare gli attuali studenti e futuri cittadini europei alla scoperta dei valori culturali delle diverse nazioni, a sentimenti di collaborazione e di pace che, pur nel rispetto della propria identità etnica e culturale, possono nascere soltanto dall'empatia con ciò che è diverso e dal confronto con l'altro. Successivamente si è resa promotrice del progetto denominato “Mediterraneo: Culture a confronto” dove si è palesata l'esigenza di educare l'alunno a confrontarsi con l'altro e con le sue esigenze. Recentemente invece la CO.TU.LEVI. si è resa promotrice di due progetti denominati per l’appunto “la tratta degli esseri umani: il valore della vita e della libertà” che ha cercato di risponde all’esigenza di informare gli attuali studenti e futuri cittadini sui temi delle moderne forme di schiavitù e del traffico di esseri umani, su come si identifichino le sue vittime, quali azioni mettere in campo quando ci si trovi di fronte ad un potenziale caso di tratta. Spingerli a partecipare a iniziative di sensibilizzazione e contrasto di questi fenomeni e il progetto denominato “Web e Social Network: pericoli invisibili e reati digitali rivolto ai ragazzi delle scuole di primo e secondo grado; Amici Veri e amici social: sai riconoscere la differenza rivolto ai bambini della scuola primaria; Società Multietnica e reati culturalmente orientati rivolto agli studenti universitari. Ed ancora l'Associazione non si rivolge ai ragazzi solo attraverso questi progetti, ma ogni anno organizza eventi di sensibilizzazione e confronto tra cui la “Giornata Internazionale Contro la Violenza di Genere”, “la fiaccolata per vittima di violenza”, “Marcia della Pace” e anche “la panchina Rossa”. Negli anni la stessa ha inoltre promosso altri mini-progetti come: progetto sulla Prevenzione del cancro, progetto sulla violenza sulle donne, il progetto sulla nascita del diritto della donna al voto e il progetto alternanza scuola – lavoro. E’ appositamente da attribuire a tale attività sopra indicate il raggiungimento da parte della stessa associazione di diversi riconoscimenti. Ed invero l’11 gennaio 2017 l’Associazione presenta e arriva al Senato con un Disegno di Legge su “Modifiche al decreto legge 14 agosto 2013 n.93, convertito, con modificazioni, dalla legge 15 ottobre 2013, n.119, in materia di azioni per i centri antiviolenza e le case rifugio”; il 29 maggio 2018 l’ASSOCIAZIONE diventa CENTRO ANTIVIOLENZA e nel 2018 partecipa e vince il Progetto indetto dal Comune di Trapani su LA REALIZZAZIONE DI INIZIATIVE DI NANTURA FORMATIVA, ARTISTICO-CULTURALE, SPORTIVA E MUSICALE NELL’AMBITO DEL PROGRAMMA TRAPANI E’ DONNA.


prev next

L’Associazione per i Diritti Umani Contro Tutte Le Violenze “Co. Tu. Le Vi.” ha dato corso all’apertura del trentanovesimo sportello anti-violenza e di ascolto presso i locali comunali di Salemi, siti in Piazza Francesco D’Aguirre. L’apertura dello sportello n. 39 rappresenta senza dubbio un ulteriore passo in avanti dell’Associazione nel territorio della provincia di Trapani e, conseguentemente, in seno all’intero territorio regionale; all’apertura dello sportello salemitano, come già ricordato in precedenti occasioni, si aggiungeranno a breve (settembre p.v.) quelle dei centri di ascolto delle città di Enna e Palermo (quest’ultimo, ubicato in zona Fiera del Mediterraneo - VIII Circoscrizione, opererà in regime di complementarietà con lo sportello già operante presso il Palazzo di Giustizia). Alla cerimonia di apertura erano presenti la Presidente CO. TU. LE VI. Aurora Ranno, il sindaco di Salemi Domenico Venuti, folte rappresentanze delle Autorità civili e militari (comandante CC Diego Migiani, della Compagnia di Mazara Del Vallo), nonché l'architetto Sabrina Cavasino, socia Co. Tu. Le Vi., la responsabile dello sportello Gasparina Gandolfo, i volontari Enza Valeria Ippolito (psicologa) e Serena Renda (assistente sociale) ed, infine, Tiziana Nicolazzo  (psichiatra), Paolo Pace (neuropsichiatra infantile), Giuseppina Lombardo (psicologa) e Mario Maniscalco (psichiatra) in rappresentanza dell'ASP Salemi. Per la Presidente Ranno «l’apertura dello sportello anti-violenza nel territorio di Salemi rappresenta la conferma dell’impegno della CO. TU. LE VI. anche in quei territori a torto considerati marginali e periferici; al contrario, questa Associazione crede fermamente in un’azione integrale, minuziosa e particolareggiata, a tutela della legalità e della salvaguardia dei diritti umani». La CO. TU. LE VI., a tal proposito, non può che rivolgere il più sentito ringraziamento al sindaco Venuti per la sensibilità mostrata durante l’intero iter di individuazione ed apertura del centro comunale, nonché per l’approccio propositivo riservato nel corso dell’intero progetto. Un sentito ringraziamento, poi, non può che essere rivolto all’Istituto di credito Unicredit S.p.A. per aver donato a questa Associazione un pc-laptop, il quale è stato consegnato al centro anti-violenza salemitano durante la cerimonia di apertura. Alla luce della collaborazione intrapresa con l’Amministrazione Comunale, infine, anche la città di Salemi è stata individuata quale sede di attuazione del Servizio Civile Universale 2020, progetto che assicurerà all’intera comunità, nonché allo sportello CO. TU. LE VI. di riferimento, una più proficua e costruttiva sinergia operativa nell’attuazione e nel perseguimento delle attività sociali programmate ed in corso di elaborazione, a tutela della legalità e del sostegno in favore delle fasce deboli ed emarginate. 



25 LUGLIO 2019: APERTURA SPORTELLO ANTI-VIOLENZA "DIANA" PRESSO LA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI AGRIGENTO

In data 25 luglio 2019, l’Associazione per i Diritti Umani Contro Tutte Le Violenze “Co. Tu. Le Vi.” ha proceduto all’apertura del trentottesimo sportello anti-violenza e di ascolto presso i locali della Procura della Repubblica di Agrigento. L’apertura dello sportello rappresenta senza dubbio un importante passo dell’Associazione verso una ulteriore ramificazione dei centri di ascolto nel territorio regionale; la CO. TU. LE VI., infatti, allo stato attuale, si sviluppa in una rete di trentasette (37) sportelli operativi, ai quali si aggiungono il predetto centro di Agrigento, nonché quelli di Salemi (apertura prevista in data 1 agosto p.v.), Enna e Palermo (zona Fiera del Mediterraneo - VIII Circoscrizione), con le rispettive formalizzazioni di apertura previste nel mese di settembre p.v. Presenti alla cerimonia di apertura la Presidente Aurora Ranno in rappresentanza della CO. TU. LE VI., il Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Agrigento Dott. Luigi Patronaggio, il Procuratore aggiunto Dott. Salvatore Vella, il Sostituto Procuratore Dott.ssa Gloria Andreoli, la Dott.ssa Rosa Maria Miraglia dell’Ufficio U.E.P.E. di Agrigento, il Presidente del Centro Antiviolenza “Telefono Aiuto” e responsabile dell’Associazione “Luce Onlus” Dott.ssa Antonella Gallo Carrabba, la responsabile dello sportello “Diana” di Montevago e Santa Margherita di Belice, Dott.ssa Anna Rita Armato e l’Avv. Pasquale Modderno, legale dell’Associazione CO. TU. LE VI. presso i predetti sportelli di Montevago e Santa Margherita Belice. «L’apertura dello sportello anti-violenza presso la Procura di Agrigento rappresenta un’ importante conferma delle attività sociali che la CO. TU. LE VI. pone in essere accanto al valoroso lavoro di Magistrati e Forze e dell’Ordine a tutela della legalità e della salvaguardia dei diritti umani. Dal 2008, infatti, lo sportello di ascolto “Diana” opera all’interno del Palazzo di Giustizia i Trapani, ai quali – successivamente - si sono aggiunti quelli siti presso i Tribunali di Palermo e Termini Imerese; non posso che rivolgere – prosegue Aurora Ranno – il più sentito ringraziamento al Dott. Luigi Patronaggio e al Dott. Salvatore Vella per la sensibilità mostrata». L’attività della CO. TU. LE VI. presso la Procura di Agrigento, inoltre, a partire dal prossimo 2020, verrà ulteriormente incrementata e potenziata dai volontari del Servizio Civile Universale selezionati e messi in servizio alla luce del relativo bando nazionale di riferimento emanato dal Dipartimento per le politiche giovanili e il Servizio Civile Universale, nel caso di accreditamento della stessa CO. TU. LE VI. in seno alle procedure previste. Oltre alla Procura di Agrigento, infatti, già la Procura di Trapani ed il Tribunale di Palermo hanno formalmente aderito al progetto sociale di riferimento e di attuazione delle linee programmatiche riferenti il Servizio Civile Universale 2020, in aggiunta a numerosi Comuni, Enti Locali ed Istituti Scolastici insistenti nelle provincie di Trapani, Palermo, Agrigento e Messina. All’apertura del punto anti-violenza presso la Procura di Agrigento, inoltre, seguiranno le dovute formalizzazioni dei protocolli d’intesa con i centri anti-violenza “Telefono Aiuto” e “Luce Onlus” al fine di una più proficua sinergia operativa dello sportello.


19 LUGLIO 2019: PETTINEO RICORDA PAOLO BORSELLINO E GIOVANNI FALCONE. LA MANIFESTAZIONE IN RICORDO DEI DUE MAGISTRATI ORGANIZZATA DAL COMUNE DI PETTINEO IN COLLABORAZIONE CON L'ASSOCIAZIONE PER I DIRITTI UMANI "CO. TU. LE VI". 

Si è svolta il 19 luglio 2019 a Pettineo (ME), in occasione dei ventisette anni dalla strage di via D’Amelio, la manifestazione intitolata “Pettineo ricorda Paolo Borsellino e Giovanni Falcone” organizzata dal Comune di Pettineo, in collaborazione con l'Associazione per i Diritti Umani CO. TU. LE VI. L’evento, che si è svolto nella sala congressi dell’Area artigianale della cittadina messinese, ha dato luogo ad un'assemblea aperta alla cittadinanza, alla quale hanno preso parte il sindaco Domenico Rubino e la Presidente CO. TU. LE VI. Aurora Ranno, l'Assessore Maddalena Rizzo e le rappresentanze degli sportelli CO. TU. LE VI. di Tusa (Maria Piera Franco), Santo Stefano di Camastra (Avv.ti Antonella e Peppino Spinnato)  e Partinico (Francesca Salvia). Presenti all'evento anche l'On. Bernadette Felice Grasso (Assemblea Regionale Siciliana) e la Dott.ssa Elvira Morana (CGIL Sicilia).  Inoltre, alla manifestazione hanno preso parte anche i volontari del Servizio Civile Nazionale della stessa CO. TU. LE VI., impegnati in diverse attività di promozione sociale strutturate nel territorio di Pettineo e Santo Stefano di Camastra (Messina). Per la Presidente Aurora Ranno, infatti, «il coinvolgimento dei volontari del Servizio Civile in attività di promozione sociale, dove si discute e si argomenta in termini di cultura della legalità e coscienza pubblica non può che rappresentare un valore aggiunto al prezioso lavoro e percorso formativo che i giovani stanno svolgendo presso gli sportelli anti-violenza e le scuole di riferimento». La manifestazione, dopo la lettura ed una pubblica riflessione sui testi e sui pensieri del Dott. Borsellino, si è conclusa con il concerto musicale eseguito dal “Classical Guitar Duo” e dai Maestri Carmelo Imbesi e Carmen Zangarà.

8 luglio 2019 -  Firma del Protocollo d’Intesa “Rete contro la Violenza alle donne, le ragazze e i ragazzi, le bambine e i bambini” tra il Tribunale di Termini Imerese (PA) e l’Associazione “Co. Tu. Le Vi. - Contro Tutte Le Violenze”

In data 8 luglio 2019, presso gli uffici del Tribunale di Termini Imerese (PA), l’Associazione “Co. Tu. Le Vi.” ha siglato un Protocollo istituzionale con il Tribunale termitano, alla presenza del Presidente del Dott. Raimondo Loforti, per la creazione di una “Rete contro la Violenza alle donne, le ragazze e i ragazzi, le bambine e i bambini” denominato “Elisa Veta e Ion”. In particolare, la Co. Tu. Le Vi. ha aderito al citato documento, già riscontrante la partecipazione della stessa Procura della Repubblica di Termini Imerese, del Tribunale per i Minorenni di Palermo e della Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Palermo, del Comando Provinciale dell’Arma dei Carabinieri, della Questura di Palermo, del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati termitano, dell’A.S.P. Palermo e dei Comuni di Bagheria, Termini Imerese, Misilmeri, Cefalù, Lercara Friddi e Petralia Sottana.  Il Protocollo, firmato da Aurora Ranno nella funzione di fondatrice e legale rappresentante della “Co. Tu. Le Vi.” e dal Presidente del Tribunale di Termini Imerese Dott. Raimondo Loforti, pertanto, rappresenta una ulteriore e qualificata fase che l’Associazione pone in atto nell’ambito della più vasta rete dei trentasette (37) sportelli regionali già operativi, nonché dei numerosi e diversificati Protocolli strutturanti con Enti ed Istituzioni delle provincie di Trapani, Palermo, Messina ed Agrigento.


In Foto: La Presidente "Co. Tu. Le Vi." Aurora Ranno, il Presidente del Tribunale di Termini Imerese Dott. Raimondo Loforti e il  Cancelliere Rosi Graziano. 


Consulta e scarica il Comunicato Stampa - PDF 

26 giugno 2019 -  Le Associazioni “Libera di Vivere” e “Co. Tu. Le Vi. - Contro Tutte Le Violenze” siglano un preliminare di Protocollo istituzionale con il Comune di Palermo per l’apertura di uno sportello di ascolto che sarà ubicato presso gli spazi della Fiera del Mediterraneo (VIII Circoscrizione).

Le Associazioni “Libera di Vivere” e “Co. Tu. Le Vi. - Contro Tutte Le Violenze” in data 26 giugno 2019, alle ore 16:00, presso gli uffici dei Servizi Sociali del Comune di Palermo (Palazzo Natale di Monterosato, Via Garibaldi 26-32) hanno siglato un preliminare di Protocollo istituzionale con il Comune di Palermo  per l’apertura di uno sportello di ascolto che sarà ubicato presso gli spazi della Fiera del Mediterraneo (VIII Circoscrizione). Le Associazioni “Libera di Vivere” e “Co. Tu. Le Vi. - Contro Tutte Le Violenze”, infatti, sebbene caratterizzate da storie e percorsi differenti, hanno finora rappresentato un valido supporto a tutela della pubblica utenza e, in particolare, in favore di donne destinatarie di condotte violente e discriminatorie, spesso foriere di emarginazione sociale ed assistenziale. CO. TU. LE VI. In particolare, per la Presidente dell’Associazione Co. Tu. Le Vi. Aurora Ranno «la formalizzazione ormai prossima del Protocollo darà corso all'apertura del trentottesimo sportello regionale, il quale si aggiunge alla rete dei trentasette centri già operativi sui territori delle provincie di Trapani, Palermo, Messina ed Agrigento». Il Protocollo, pertanto, verrà firmato in autunno da Barbara Bartolotti e da Aurora Ranno nelle loro funzioni di fondatrici e rappresentanti - rispettivamente - delle Associazioni “Libera di Vivere” e “Co. Tu. Le Vi.”

20 giugno 2019 - L'Associazione romana "EMotivAzione - L’Emozione che Motiva all’Azione" visita lo sportello CO. TU. LE VI. di Trapani.

Nella giornata del 20 Giugno 2019, la Presidente dell’Associazione per i Diritti Umani CO. TU. LE VI. Aurora Ranno ha avuto il piacere di ricevere presso i suoi uffici la visita del Presidente dell’Associazione romana “EMotivAzione”, Prof. Luigi Iavarone, nonché del componente del Comitato Scientifico Dott.ssa Oriana Ippoliti. Le due Associazioni, infatti, già firmatarie di un Protocollo operativo presso la Procura di Velletri, su impulso del Procuratore Capo Dott. Francesco Prete e del Sostituto Procuratore Dott.ssa Cristiana Macchiusi sono parte attiva di una capillare rete di sportelli anti-violenza operante sul territorio romano, in partenariato con le Associazioni “Aquilone rosa”, “Ponte donna” e “Differenza donna”.

19 giugno 2019 - Visita allo sportello CO. TU. LE VI. di Custonaci (TP) - Report sulle attività dei volontari del Servizio Civile Nazionale operanti in sede

I volontari del Sevizio Civile Nazionale di Custonaci (TP) operanti presso la Co. Tu. Le Vi. sono stati protagonisti della realizzazione di diverse attività che hanno avuto come fine la condivisione, la relazione, il rispetto del prossimo e la promozione dei valori civili. L'attività "giochi in piazza", per esempio, ha proposto ai cittadini momenti di condivisione che si sono strutturati attraverso una serie di giochi destinati a tutta la famiglia, nonché in proficui e divertenti progetti di animazione sociale (canti, balli, danza, etc...). L'attività "racconti in biblioteca", invece, rivolta ai cittadini più giovani, si è incentrata sul racconto e l'argomentazione di scritti ed elaborati, a loro volta propedeutici a momenti di condivisione e di rappresentazione grafica. L'attività di "produzione di video e messaggi", infine, ha avuto ad oggetto attività di montaggio e scrittura finalizzata ad azioni di comunicazione sociale e riguardante aspetti vertenti sul tema della legalità e sul rispetto dell'ambiente. Le richiamate attività, comunque, proseguiranno con nuove e più articolate sfumature nel corso dell'intera estate, attraverso eventi di animazione in spiaggia e nelle piazze, in occasione dei quali i volontari incontreranno le famiglie e affronteranno tematiche attinenti le finalità progettuali, sebbene in chiave ludica e ricreativa. 

16 giugno 2019 - Rocca di Capri Leone (ME): Festival della canzone in rosa “Quello che le donne ….. dicono” 

Domenica 16 giugno, nell'incantevole scenario del Parco Urbano di Rocca di Capri Leone, si è svolto il Festival della canzone in rosa “Quello che le donne ….. dicono”. Le più belle voci di donne del paese hanno raccontato le meravigliose sfumature dell’identità femminile, con ospiti d’eccezione, come Alice Caioli, reduce dal successo sanremese, Oriana Civile e Claudia Franchina. Nel corso della piacevole serata, l’Amministrazione Comunale ha informato il numerosissimo pubblico presente di avere siglato un protocollo d’intesa con l’associazione Co.Tu.Le.Vi. per l’apertura di una sede dell’associazione presso il proprio palazzo municipale. “Lo sportello anti-violenza accoglierà ed ascolterà tutti coloro che necessiteranno di un sostegno morale e di una consulenza che possa garantire l’ascolto”, ha dichiarato il Vice Presidente del Consiglio Comunale, Avv. Patrizia Messina. A disposizione di chiunque ne farà richiesta, una equipe qualificata di psicologi e legali, supportati dal responsabile dell’area dei servizi sociali, dottoressa Antonella Caputo. L’obiettivo dichiarato dall'Amministrazione Comunale, è quello di realizzare interventi di prevenzione della violenza, assicurando un sostegno alle potenziali vittime di violenza, ed in particolare di violenza intra ed extra familiare.  

COMUNICATO ROCCA DI CAPRI LEONE.pdf

13 GIUGNO 2019 - A Campofelice di Roccella la manifestazione conclusiva del progetto di contrasto al bullismo e al cyberbullismo a cura dell’Associazione Diritti Umani Co.Tu.Le.Vi.

https://www.madonienotizie.it/sociale/a-campofelice-di-roccella-la-manifestazione-conclusiva-del-pro...


NEWS 31 Maggio 2019

Terminato il programma di premiazioni presso gli Istituti Scolastici e gli Sportelli CO.TU.LE VI. della Provincia di Messina. La soddisfazione e i ringraziamenti della Presidente Aurora Ranno a conclusione del Progetto WEB E SOCIAL-NETWORK: PERICOLI INVISIBILI E REATI DIGITALI


Un incoraggiante successo ha caratterizzato il programma di premiazioni della CO.TU.LE VI. rivolto agli studenti delle scuole primarie e secondarie di primo grado della Provincia di Messina partecipanti al progetto “WEB E SOCIAL-NETWORK: PERICOLI INVISIBILI E REATI DIGITALI”. Il progetto, promosso e curato dalla CO.TU.LE VI. per l’a.s. 2018-2019, ha voluto fornire un importante contributo finalizzato a prevenire ed analizzare il fenomeno del bullismo e del cyber-bullismo tra i giovani studenti. Per la Presidente CO.TU.LE VI. Aurora Ranno « il programma di incontri condotto negli Istituti Scolastici e negli Sportelli anti-violenza CO.TU.LE VI. della Provincia di Messina ha reso testimonianza dell’impegno che la CO.TU.LE VI. mette in campo ormai da anni: quello a tutela della legalità, della lotta alle violenze e alle discriminazioni in tutte le loro forme. L’incontro con studenti, docenti, sindaci e rappresentanti delle Forze dell’Ordine – prosegue – rende merito alla non trascurabile circostanza che c’è tanta buona volontà e tanta voglia di rendere il nostro mondo, un mondo migliore; lo dobbiamo ai nostri figli e ai nostri giovani ».


prev next

NEWS 29 Maggio 2019

Premiazione degli studenti degli Istituti Scolastici di Pettineo, Motta D'Affermo, Castel Di Lucio e Santo Stefano Di Camastra (ME). Visita agli sportelli CO.TU.LE VI. di Castel Di Tusa e Capri Leone (ME)

Prosegue senza sosta il programma di premiazioni della CO.TU.LE VI. rivolto agli studenti delle scuole secondarie di primo partecipanti al progetto “WEB E SOCIAL-NETWORK: PERICOLI INVISIBILI E REATI DIGITALI”. Il progetto, promosso e curato dal Comitato Scientifico della CO.TU.LE VI. per l’a.s. 2018-2019, ha voluto fornire un importante contributo finalizzato a prevenire ed analizzare il fenomeno del bullismo e del cyber-bullismo tra i giovani studenti delle provincie siciliane nelle quali operano gli sportelli dell’Associazione. Come prima tappa, la Presidente CO.TU.LE VI. Aurora Ranno si recherà a Pettineo (ME) presso la scuola secondaria di primo grado “L. Pirandello” per procedere alla premiazione degli elaborati tematici realizzati dalle classi e riconosciuti meritevoli di particolare apprezzamento dalla locale Commissione di valutazione. Sempre nella medesima sede scolastica, inoltre, verranno premiati gli studenti di Motta d’Affermo, per poi procedere - nel pomeriggio - alla premiazione degli studenti di Castel di Lucio (ME). Per la Presidente Aurora Ranno «incontrare gli studenti rappresenta un imprescindibile momento di condivisione e crescita, anche in prospettiva delle future attività che la CO. TU. LE VI. intende realizzare nei territori; comprendere le esigenze e le visioni dei più giovani – prosegue – rappresenta la necessaria premessa per prevenire e gestire le piaghe che affliggono le nostre comunità». La seconda giornata dell’itinerario prevede, poi, la visita presso gli sportelli di Castel di Tusa e Capri Leone – sempre nel messinese – in occasione della quale, con specifico riferimento al centro di Capri Leone, la Presidente Ranno parteciperà al locale Consiglio Direttivo al fine di supervisionare e coordinare le azioni da intraprendere nel territorio, specie in occasione del locale Festival della Canzone in Rosa – Quello che le Donne dicono organizzato dall’A.C. di Capri Leone e fissato per il 16 Giugno p.v. La terza giornata, invece, dedicata alla comunità di Santo Stefano di Camastra (ME), prevede la premiazione degli studenti partecipati al medesimo progetto e, precisamente, quelli dell’I.C. Michelangelo Buonarroti e della scuola secondaria di primo grado annessa al Liceo Artistico Regionale Ciro Michele Esposito

 

NEWS 24 Maggio 2019

Premiazione degli studenti dell'Istituto Comprensivo "Pietro Maria Rocca" di Alcamo


Si è svolta questa mattina ad Alcamo, presso l’Istituto Comprensivo "Pietro Maria Rocca", la premiazione degli studenti partecipanti al progetto “WEB E SOCIAL-NETWORK: PERICOLI INVISIBILI E REATI DIGITALI”.  Il progetto, promosso e curato dal Comitato Scientifico della CO.TU.LE VI. per l’a.s. 2018-2019, ha voluto fornire un importante contributo finalizzato a prevenire ed analizzare il fenomeno del bullismo e del cyber-bullismo tra i giovani studenti delle scuole primarie e secondarie della provincia di Trapani.

 
PDF Alcamo 24 MAGGIO 2019.pdf

NEWS 12 MAGGIO 2019

W LA MAMMA!"

Gli sportelli della CO. TU. LE VI. hanno organizzato un ciclo di manifestazioni - in corso già dall’11 maggio - nelle provincie di Agrigento, Palermo e Messina, oltre a quella di Trapani. Ad attivarsi per celebrare la Festa della Mamma, infatti, sono stati i centri anti-violenza e di ascolto di Partinico, Alcamo, Gangi, Castel di Lucio, Mistretta, Rocca di Capri Leone, Montevago, Petrosino, Tusa, Alcamo, Favignana, Santo Stefano di Camastra e Campo Felice di Roccella.  Gli sportelli di Palermo e Castelbuono svolgeranno, invece, il medesimo evento il giorno 15 maggio 2019, in collaborazione rispettivamente con il Lions Club di Palermo (presso l’Istituto Complessivo Statale Domenico Cinà/Gaetano Costa di Palermo) e con il Comune di Castelbuono.

prev next

NEWS 18 Maggio 2019

"Emozioni in Volo!" 

San Vito lo Capo, Festival Internazionale degli aquiloni

Il giorno 18 Maggio 2019, in occasione delFestival Internazionale degli Aquiloni” tenutosi a San Vito Lo Capo (TP), l'Associazione CO. TU. LE VI. ha voluto promuovere una giornata di integrazione e aggregazione tra grandi e piccini attraverso l'organizzazione di attività laboratoriali. Il progetto “Emozioni in volo”, promosso dalla Presidente Aurora Ranno e curato dalla Dott.ssa Silvia Scuderi, ha coinvolto i volontari del Servizio Civile Nazionale di Trapani, Buseto Palizzolo e Custonaci, con i quali genitori e bambini hanno creato coloratissimi aquiloni, utilizzando  materiali riciclabili e rispettando l'Ambiente.


NEWS 30 Aprile 2019

"LIBERE DI PENSARE A VOCE ALTA!"

Si è svolta in data 30 Aprile, presso il Museo Pepoli di Trapani – Aula Capitolare, la conferenza “Libere di pensare a voce alta!” avente ad oggetto la condizione di sopraffazione delle donne arabe, perseguitate dai rigidi dettami islamici. L'evento ha preso avvio con i saluti istituzionali del Direttore del Museo Pepoli di Trapani Dott. Luigi Biondo - al quale l’Associazione Co. Tu. Le Vi. ha riservato una targa di riconoscimento - del Sindaco del Comune di Trapani Giacomo Tranchida, dell’Assessore Andreana Patti,  della Presidente dell’Associazione Co. Tu. Le Vi. Aurora Ranno e della Dott.ssa Chiara Lombardo, sociologa e criminologa. 
Conferenza 30 Aprile pdf.pdf
prev next

NEWS - IL 20 FEBBRAIO 2019 PARTIRA' IL SERVIZIO CIVILE NAZIONALE PER TUTTI I VOLONTARI SELEZIONATI PER IL PROGETTO EDUCARE ALLA LEGALITA' CONTRO OGNI FORMA DI VIOLENZA E DISCRIMINAZIONE 2018

NEWS 24 NOVEMBRE 2018 - PUBBLICATE LE GRADUATORIE PROVVISORIE PER I CANDIDATI DEL SERVIZIO CIVILE (CLICCA IN ALTO NEL MENU' SERVIZIO CIVILE E CERCA LA TUA SEDE)

NEWS 6 OTTOBRE 2018 - SERVIZIO CIVILE - PUBBLICATO IL CALENDARIO DELLE CONVOCAZIONI PER I COLLOQUI DEI CANDIDATI(CLICCA IN ALTO NEL MENU' SERVIZIO CIVILE NAZIONALE)

Rompi il muro del silenzio e rivolgiti al nostro sportello!
Ascolto, sostegno e giustizia a tua disposizione!

Potete trovarci
- tutte le mattine dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 12.00 presso lo Sportello di Trapani al primo piano del Tribunale.

Per contattarci chiamate il numero 0923 802433 o scriveteci a sportelloantiviolenzatp@gmail.com

Inoltre vi ricordiamo che il nostro Sportello è aperto in altri 29 punti della Sicilia:

- Per la Provincia di Trapani (Trapani, Erice, Alcamo, Favignana, Custonaci, Buseto Palizzolo, Mazara del Vallo, Paceco, Calatafimi Segesta ,San Vito Lo Capo e Petrosino, Salemi)
- Per la Provincia di Palermo (Palermo, Gangi, Corleone, Termini Imerese, Partinico, Castelbuono, Pollina, Isnello , Geraci Siculo e Campofelice di Roccella)
- Per la Provincia di Messina (Mistretta, Pettineo, Santo Stefano di Camastra, Rocca di Capri Leone,Roccavaldina, Tusa e Acquedolci)
- Per la Provincia di Agrigento ( Montevago e Santa Margherita di Belice)

- Enna (ASP n. 4)


Per scaricare il Progetto e la domanda clicca nel menù SERVIZIO CIVILE NAZIONALE